Se anche tu, dopo tante ricerche, hai finalmente trovato il costume da bagno perfetto per te e lo consideri “un investimento” per non dover ripetere l’incubo della ricerca ogni estate, vorrai sicuramente che il tuo costume si conservi in ottimo stato il più possibile.

Costumi da bagno: come conservarli al meglio, contro l’usura e il passare del tempo?

Ci sono alcuni errori comuni da non fare assolutamente e altre buone pratiche da conoscere per lavare il costume da bagno preferito e conservarlo al meglio, così che l’elastico rotto o il colore sbiadito diventino solo un brutto ricordo.

Malaspiga_costumidabagno_Archiviostore_1

Lavalo con sapone neutro

Al momento di lavare il costume, usa sempre un detersivo neutro: uno shampoo per bambini, per esempio, risulta essere davvero l’ideale per il suo PH neutro. In assenza del detersivo, meglio utilizzare solo acqua corrente per lavare via cloro e salsedine.

Cosa NON fare:
non lavare mai il costume con detersivi aggressivi come detersivi liquidi per lavatrice e neppure detersivi per bucato a mano.

Tamponalo delicatamente

L’elastico (generalmente lycra) del costume è una delle sue componenti più delicate e uno dei motivi che talvolta ci costringe a buttare il capo contro il nostro volere. Costume con elastico “cotto”, direbbe la nonna: semplicemente un costume con elastico rotto in conseguenza ad una trazione troppo forte o ripetuta che ha fatto perdere al tessuto la sua elasticità.
Per evitare che questo accada, una volta che hai lavato il tuo costume stendilo sopra ad un telo da mare asciutto e “arrotolalo” dentro al telo. In questo modo il telo assorbirà l’umidità in eccesso del costume senza “stressarlo”.

Cosa NON fare:
non “strizzare” il costume con le mani per fare uscire l’acqua in eccesso, perché questo fa perdere all’elastico le sue proprietà.

Lascialo asciugare in una zona ombreggiata

Il fatto che il costume ci serva per fare il bagno e prendere il sole ci porta facilmente a pensare di poterlo lasciare al sole ad asciugare, ma così facendo in realtà lo esponiamo a dei raggi indesiderati che ne accelerano soltanto il processo di “sbiadimento”. Come asciugare allora il costume? Con lo stesso telo da mare con cui lo abbiamo “frizionato”, lo possiamo poggiare su uno stendi biancheria da terra e farlo asciugare in una zona ombreggiata o su qualsiasi altro supporto, purché non al sole.

Cosa NON fare:
non stendere il tuo costume in una zona dove sarà esposto direttamente ai raggi del sole e possibilmente meglio se steso su un supporto orizzontale, così che non si “deformi” verso il basso a causa del suo peso, che triplica quando è bagnato.

malaspiga, costumi da bagno, archivistore

Ps:
Ricorda che preservare i propri capi dall’usura del tempo e conservarli per poterli rimettere più e più volte non è solo questione di capo preferito o convenienza: è anche un gesto tutto sommato semplice che però da’ un grande aiuto all’ambiente. Anche questa è “moda sostenibile”.

Comments are closed.