Diptyque è uno dei più antichi e misteriosi brand di profumeria artistica e di nicchia. Una storia in particolare, però, merita di essere raccontata: quella dell’eau de parfum “L’Eau“. Un nome semplice ma al tempo stesso assolutistico, per una profumazione altrettanto assoluta.
Per raccontare la storia dell’iconica fragranza di Diptyque, dobbiamo partire dalla nascita della boutique, nel 1963. Ma questo non sarà un viaggio come tutti gli altri.

Ha inizio un viaggio tra ricordi ancestrali, profumi della propria terra nativa, tradizione e suggestioni.

Il punto di partenza, l’incontro tra tre artisti. Desmond Knox-Leet, pittore, Yves Coueslant, set designer e Christiane Gautrot, architetto, decidono di aprire una boutique dove, incrociando le loro attitudini e capacità, produrranno bellissimi pattern per tessuti.

diptyque, profumeria di nicchia, profumeria artistica
Desmond Knox Leet & Yves Coueslant, archivio fotografic Diptyque.

Il cambio di rotta, o la scoperta della giusta rotta. Dopo alcuni anni di produzione di tessuti, l’idea: una linea di candele profumate per la casa che fosse complementare ai tessuti; non potevano immaginare al tempo che quello sarebbe diventato il focus del loro intero business.

Infine l’Eau. Desmond applicò alle candele delle fragranze che riconducevano alla sua infanzia in Irlanda, paese delle sue origini. Mistero celtico, ricette di cucina con ingredienti poveri e profumate con cannella e spezie, tè di provenienza esotica grazie alle antiche importazioni dalla colonia indiana.
Le prime candele prodotte agli albori degli anni ’70 erano appunto tre: biancospino, cannella e tè.

Il quaderno di Desmond Knox - Leet, dall'archivio storico Diptyque.
Il quaderno di Desmond Knox – Leet, dall’archivio storico Diptyque.

Presto però, Desmond si trovò nel bel mezzo di un altro viaggio, quello personale nei ricordi e nello spirito patriottico, nella voglia di scoprire e riportare alla luce antiche tradizioni della profumeria inglese, quella stessa per cui Diptyque divenne famosa in Francia. Ispirandosi a ciò che rimaneva di alcune formule di pomate risalenti all’Inghilterra XVII e XIX secolo, Desmond creò la prima crema profumata Diptyque, da cui nacque inevitabilmente un profumo: “L’Eau“.

archiviostore, diptyque, l'eau

Subito apprezzato in Francia per le sue insolite note speziate ed esotiche che esulavano dalle classiche profumazioni floreali francesi, L’Eau consacrò la boutique Diptyque come “la profumeria inglese di Francia”.
L’Eau fu declinata in tantissime profumazioni tra cui L’Eau de l’eau, Eau de Lavande, Eau Duelle e molte altre, che dopo più di 50 anni sono ancora il core business del brand e permettono a tutti di intraprendere lo stesso viaggio, stavolta olfattivo ed evocativo, intrapreso dal loro creatore.

eau duelle, diptyque, archivista, diptyque parfum

Comments are closed.